Menu Content/Inhalt
Concept 2 Rowing machine review http://concept2rower.us
Home

About us

esterniSince 1922, The Experimental Station for the Food Preserving Industry (SSICA), operating through its headquarters in Parma and the section of Angri (Salerno), has been promoting the scientific and technical progress of the Italian food-preserving industry for the sectors of fruits, vegetables, meat and fish products through activities of research, consultancy, training and dissemination of information.

bibliotecaThanks to its specialized staff and cutting-edge laboratories, SSICA is one of the most important applied research bodies in the preserved food sector in Europe and in the world and takes part in national and international research projects. The Institute includes departments specific to different product sectors, as well as departments and laboratories in charge of more general activities; with its skilled staff and updated equipment it is able to experiment with new products, new processing and preservation procedures, also analyzing their economic and social impact. In 2016 SSICA has become a national foundation for international research.

Read more... 

Departments and Areas

Funded Projects

News

Progetto BIOWAFER PDF Print

biowafer.jpg


BIOWAFER – Biorefining Waste of the Agro Food Chain in Emilia Romagna

BIOWAFER è un progetto di Ricerca Industriale, cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna tramite il POR FESR 2014-2020, che ha lo scopo di mettere a punto processi estrattivi innovativi per la valorizzazione degli scarti nel settore agroalimentare. 

Partner: SSICA - Fondazione di Ricerca
BioDNA – Università Cattolica del Sacro Cuore
SITEIA.PARMA - Università di Parma
Partner Industriali:
Davines S.p.A.
Savona Medicinali S.p.A.
Steriltom S.r.L.
Terre Cevico 


Obiettivi Generali: 
• Valorizzare gli scarti nel settore agroalimentare per la produzione di composti chimici e materiali di interesse per settori industriali non food e non feed. 
• Sviluppare un sistema industriale innovativo in cui la produzione di sottoprodotti e coprodotti da gestire come rifiuti sia ridotta al minimo. 
Risultati Attesi
• Sviluppo di uno schema di bioraffineria degli scarti per l’ottenimento continuativo durante l’anno di composti chimici di interesse cosmetico, farmaceutico, agronomico ed energetico (es. acido ialuronico per prodotti dermo-cosmetici, biochar come ammendante del suolo e syngas per il recupero dell’energia termica ed elettrica). 
• Maggiore consapevolezza, conoscenza e capacità nelle aziende di mettere in pratica le soluzioni dell’economia circolare. 
 • Sviluppo di nuove tecnologie e di modelli imprenditoriali innovativi realmente applicabili per superare il sistema lineare di produzione. 
 • Soddisfacimento della domanda di prodotti sostenibili, ottenibili senza modificare i comportamenti individuali ma migliorando i prodotti già impiegati dai consumatori. 

Per Approfondimenti visitare il sito del progetto: http://www.biowafer.org

 
Next >