Menu Content/Inhalt
Broadway and Off Broadway shows have a lottery, learn more at jerseyboysbroadwaytickets.us The Illusionists – Turn of the Century Tour illusionistsbroadwaytickets.us MLB 2017 season is about to start soon get ready clevelandindianstickets.us Fantastic seats at Broadway’s hit hamiltonbroadwaymusicaltickets.us
Home arrow Organizzazione arrow Area scientifica arrow Imballaggi arrow Progetti in corso
Progetti in corso PDF Stampa
  
P1428
LEGUVAL: Valorisation of legumes co-products and by-products for package application and energy production from biomass” Call: FP7-SME-2012 Grant Agreement no 315241 www.leguval.eu
LEGUVAL is a 3 year R&D Project that is being funded by EC´s Seventh Framework Programme under the Research for the benefit SME associations scheme. The LEGUVAL consortium is composed of 12 partners: 3 SME-AGs, 4 research centres and 5 other enterprises and end-users from 4 European Member States. LEGUVAL targets the use and valorisation of co-products and by-products of processed grain legumes by the extraction of the proteinaceous fraction to be used as a raw material in packaging and agricultural material preparation, and the use of the leftover biomass as an additive in composites production, as well as source of biogas by anaerobic digestion. In response to current legislation, and environmental concerns the industry is increasingly forced to find an alternative use for the residual matter. The recovery of high value compounds is a profitable way of reusing by-products streams. Vegetable residues mostly contain considerable amounts of potentially interesting compounds. Biodegradable polymers are gaining increasing importance in packaging as bio-recycling through composting represents a very valuable option in packaging applications where collecting, sorting from food, and cleaning are not viable. Per maggiori informazioni : http://leguval.eu/

C1408
Progetto Europeo 
“BIOCOPACPlus – Sustainable bio-based coating from tomato processing by-products for food metal packaging” [LIFE13 ENV/IT/000590]

Il Progetto, il cui costo complessivo ammonta a circa 2 milioni di euro, è stato selezionato assieme ad altri 46 progetti italiani e vinto tra i primi posti da SSICA. Il progetto è stato finanziato dal bando LIFE nell’ambito della componente “Politica ambientale e Governance”. Questo progetto si prefigge di dimostrare la fattibilità tecnica e l’efficacia su scala industriale della produzione di una bio-vernice ottenuta dai rifiuti di pomodori e il suo utilizzo come rivestimento nei contenitori metallici utilizzati per gli alimenti. Il progetto BIOCOPACPlus, continuazione del precedente progetto BIOCOPAC, di cui sempre il Dipartimento Imballaggi della SSICA era coordinatore, è iniziato il 01 Giugno 2014 e terminerà il 31 Maggio 2017. 

P1209
BIOCOPAC: Development of bio-based coating from tomato processing wastes intended for metal packaging. Call: FP7-SME-2011 Grant Agreement no 286446
www.biocopac.eu

BIOCOPAC è il nome del Consorzio Europeo che prevede lo sviluppo di vernici a base biologica realizzate con bio-resine estratte dalle bucce di pomodoro che costituiscono i principali sottoprodotti dell’industria di lavorazione del pomodoro. Questo progetto, di cui il Dipartimento Imballaggi di SSICA è coordinatore, è stato finanziato dal 7° Programma Quadro dell’EU per la Ricerca e lo Sviluppo Tecnologico (FP7) all’interno del bando FP7-SME-2011-1 Ricerca per le PMI. Il progetto, della durata di due anni, è ancora in corso e terminerà a novembre 2013. Lo scopo del progetto è quello di realizzare una vernice di origine naturale da applicare sulla superficie interna ed esterna di scatole metalliche per uso alimentare. Attualmente, dall’industria di trasformazione del pomodoro, vengono prodotte in Italia e Spagna circa 300000 tonnellate di bucce. Gli obiettivi del progetto BIOCOPAC sono quelli di ottimizzare i sottoprodotti di lavorazione dell’industria conserviera del pomodoro per ottenere delle resine naturali da utilizzare nella realizzazione di vernici per contenitori metallici per alimenti (scatole, tubetti, sistemi di chiusura). Nel corso del processo, che si basa su un vecchio brevetto sviluppato da SSICA nel 1940, sono state messe a punto nuove metodiche di estrazione e purificazione della cuticola dalle bucce di pomodoro allo scopo di studiarne la composizione e la struttura. La cuticola della buccia del pomodoro è costituita principalmente da una frazione cerosa e da un matrice insolubile, la “cutina” che è stata utilizzata come monomero di partenza per ottenere resine poliestere per la realizzazione di vernici. La nuova vernice che è in corso di sviluppo avrà il vantaggio di migliorare le condizioni di lavoro degli operatori presenti nelle industrie di produzione di resine e vernici e fornire una scatola metallica sicura per il consumatore e di più facile riciclabilità. In questo modo è possibile produrre un nuovo prodotto destinato alle piccole e medie imprese europee degli imballaggi metallici e delle industrie conserviere che producono alimenti confezionati in imballaggi metallici.
Il consorzio del progetto BIOCOPAC è costituito da quattro centri di ricerca, quattro PMI e tre grandi imprese, provenienti da sei diversi paesi europei. Nel progetto è coinvolta l’intera filiera produttiva, dall’industria di trasformazione del pomodoro e di trattamento degli scarti, ai produttori di vernice e di contenitori metallici, agli utilizzatori finali. La produzione di nuove innovative eco-scatole verniciate con vernici naturali faciliterà e promuoverà il riciclaggio.
Il progetto porterà ad un imballaggio metallico sicuro per il consumatore, con minori rischi di migrazione di sostanze sintetiche e off-flavours.
Per maggiori informazioni : www.biocopac.eu www.youtube.com/user/BIOCOPAC

P1411
Shelf-life di scatole metalliche protette internamente con vernici BPA n. i.

P1310
Impiego del DSC e della TGA per lo studio di materie plastiche provenienti da riciclaggio e di origine naturale

P1410
Determinazione quantitativa di argon in miscele gassose dello spazio di testa di confezioni alimentari


P1412
Caratterizzazione termica di imballaggi utilizzati per il confezionamento di prodotti a breve conservazione (tradizionali e innovativi)

P1413
Stripe a polvere in scatole grezze

P1414
Studio e progettazione di imballaggi sostenibili e "a Km 0"