Menu Content/Inhalt
Broadway and Off Broadway shows have a lottery, learn more at jerseyboysbroadwaytickets.us The Illusionists – Turn of the Century Tour illusionistsbroadwaytickets.us MLB 2017 season is about to start soon get ready clevelandindianstickets.us Fantastic seats at Broadway’s hit hamiltonbroadwaymusicaltickets.us
Home arrow Organizzazione arrow Area scientifica arrow Consumer science arrow Progetti in corso
Progetti in corso PDF Stampa

P1402
Training in innovation through the Consumer and Sensory Sciences/INNSENS

Il dipartimento è partner (insieme ad altri 4 istituti di ricerca europei ANIA Spagna, IBA Romania, SIK Svezia e UCPH Danimarca) di un progetto del Programma Europeo Leonardo da Vinci. Nello specifico esso fa parte dei progetti multilaterali di trasferimento dell'innovazione il cui obiettivo è incrementare la qualità e l’attrattiva del sistema europeo d’istruzione e di formazione professionale attraverso l’adattamento e l’integrazione del contenuto innovativo o dei risultati di precedenti progetti Leonardo da Vinci o di altri progetti innovativi all’interno dei sistemi pubblici e/o privati di formazione professionale e nelle imprese a livello nazionale. Il processo di trasferimento dell’innovazione e dei contenuti formativi prevede
• l’identificazione e l’analisi dei fabbisogni dei target group;
• la selezione e l’analisi del contenuto innovativo volto a soddisfare tali fabbisogni e l’analisi della fattibilità del trasferimento;
• l’integrazione (o la certificazione) del contenuto innovativo e/o livello di sistemi e pratiche di formazione europei, nazionali, regionali, locali o settoriali;
• l’adattamento del contenuto innovativo ai sistemi di formazione, alla cultura, ai fabbisogni e alle necessità dei target group (adattamento del prodotto, ecc.);
• il trasferimento dello stesso a nuovi contesti socio-culturali e linguistici;
• l’utilizzo del contenuto innovativo nell’ambito di nuovi settori o rispetto a nuovi target group, incluso il trasferimento all’interno di strutture formative pubbliche e private.
Il progetto si propone di sviluppare un sistema integrato di addestramento e di promuovere la cooperazione tra i ricercatori degli enti di ricerca e le PMI di alcuni paesi europei, allo scopo di trasferire conoscenza e buona pratica nei metodi di controllo qualità. Il dipartimento di Consumer Science della SSICA si occuperà di analizzare i fabbisogni delle PMI con l’obiettivo principale di sviluppare un programma di addestramento “ e-learning” innovativo ed efficace rivolto alle imprese del settore alimentare sull’impiego dell’analisi sensoriale e della consumer science nell’innovazione e nell’intero processo di sviluppo di prodotto. L’intento è quello di migliorare la competitività e la capacità d’innovazione delle aziende alimentari attraverso il potenziamento della professionalità e delle competenze.
Altri obiettivi del progetto riguardano:
• il miglioramento della qualità dell’addestramento sull’analisi sensoriale e consumer attraverso l’inserimento di nuovi metodi di analisi più pratici per le PMI;
• il miglioramento dell’efficienza dell’addestramento, attraverso l’e-learning, per ridurre lo sforzo compiuto dalle PMI e ridurre nel contempo il rapporto costi/benefici;
• contribuire all’addestramento professionale anche attraverso l’applicazione di nuove tecniche avvalendosi di strumenti visivi attraenti e facilmente fruibili;
• promuovere all’interno delle PMI la cooperazione tra R&S, marketing e professionisti di analisi sensoriale nel processo d’innovazione del prodotto.
Codice Progetto: 539506-LLP-1-2013-1-ES-LEONARDO-LMP
Transfer of knowledge and training for European traditional food producers related to innovative quality control methodologies (Tol4Food)
 

 

P1203
Valutazione qualitativa e di mercato del trasferimento di conserve di pomodoro tradizionali in contenitori innovativi per un aggiornamento di mercato.
Studio della possibilità di utilizzo di cascami (semi e bucce) dell’industria del pomodoro per la produzione di olio ad uso combustibile e/o cosmetico e di sostanze funzionali

Il dipartimento coordina un progetto triennale PON in collaborazione con 2 università (UNIRC e UNISA) e 4 aziende del settore delle conserve di pomodoro. Il progetto si prefigge di trasferire i prodotti della tradizione in nuove forme di packaging (alternativi alla banda stagnata e al vetro) aumentandone la qualità percepita e, nel contempo, il contenuto di servizio, destinati a un target più moderno. È in fase di valutazione la possibilità d’impiego di contenitori plastici, poli-accoppiati, alluminati (con attenzione alla loro riciclabilità) per i quali occorrerà verificare le condizioni tecnologiche di trasferimento (cercando di modificare minimamente le attuali linee di processo) e il gradimento da parte del mercato. Inoltre, il progetto si propone di valorizzare gli scarti della lavorazione industriale mediante l’estrazione di olio dai semi di pomodoro e di sostanze funzionali (carotenoidi e fitosteroli) dalle bucce. Tale olio potrebbe essere utilizzato nella produzione alimentare, combustibile e, per la particolare composizione ricca in sostanze aromatico-funzionali, nel settore cosmetico.
Codice Progetto: PON – MIUR 01_01397

TOM & CHERRY (finanziato dal MIUR)

P1309
Studio della percezione del mercato dei marchi collettivi e di alcuni elementi distintivi (claim, loghi) nello sviluppo di conserve alimentari

Se da un lato i prodotti chiave del Made in Italy ricevono dal mercato internazionale crescenti apprezzamenti, dall’altro, risultano numerosi (circa 250) e i maggiori in Europa i marchi collettivi protetti dei quali non è ben nota la forza e l’impatto sul consumatore. Il progetto, si basa sulla messa a punto di tecniche “on line” via web di mercato particolarmente adatte alla determinazione quantitativa dei fattori guida (driver) del gradimento del consumatore e della forza relativa di ciascuno di esse. Tali tecniche permettono da un lato di poter disporre di un numero molto elevato di soggetti target e dall’altro di contenere i costi di una ricerca quantitativa. Si tratta di concept test condotti mediante disegni statistici ortogonali su categorie di prodotto tradizionali che permetteranno di capire in che modo i diversi elementi partecipano alla realizzazione del concetto preferito. Lo studio è condotto in collaborazione con Moskowitz & Jacobs, NY, attraverso tecniche di consumer science quantitative volte in particolare, all’individuazione del contributo (positivo e negativo) dei marchi collettivi, del loro valore e di altri elementi distintivi (claim, loghi) che connotano la propensione all’acquisto di particolari prodotti (conserve) e con l'obiettivo di rimodularli sulla base delle indicazioni ricavate in fase di sviluppo

 

P1403
Tecniche strumentali e sensoriali combinate: messa a punto di profili descrittivi dinamico-sensoriali (t/I e TDS)

La tecnica time/Intensity si rivela particolarmente utile per valutare le prestazioni sensoriali di un prodotto nel corso del suo consumo e non come sempre avviene nei test a posteriori (cioè dopo la deglutizione). Ad esempio, risulta fondamentale per valutare il comportamento di una sostituzione ingredientistica sulle prestazioni di specifici descrittori (ad esempio la percezione di un attributo e la sua durata nel tempo di un chewing gum o di una caramella, certamente sono parametri in grado di decretare il successo o meno del prodotto. Il risultato è una curva d'intensità che permette di seguire l'andamento della percezione gustativa durante la valutazione. Fra i limiti più importanti della tecnica t/I oltre a quello di dover disporre di attrezzature adeguate (disponibili nel laboratorio presso la SSICA), c’è quello di necessitare di numerose repliche da parte di giudici addestrati all’acquisizione dei profili e, inoltre, di elaborare tali curve in modo statisticamente robusto per ottenere il massimo dell’informazione senza distorsioni o rumori di fondo. Già nel passato ci eravamo dedicati allo sviluppo di tali curve su derivati del pomodoro (polpa) e allo scopo era stato messo a punto una tecnica statistica multivariata (PCA, Analisi delle Componenti Principali) applicata alle singole curve allo scopo di ottenere una curve rappresentativa dell’andamento temporale dell’intensità di alcuni parametri. Sarà inoltre applicato il metodo della determinazione della dominanza sensoriale (Temporal Dominance of Sensations, TDS) per identificare nell’arco temporale del consumo gli attributi che dominano sulla percezione. Lo studio, in collaborazione con un azienda produttrice che fornirà la materia prima di origine nota, a seguito della messa a punto della metodica sarà applicato su alcune tipologie di bevande.